Rimani in contattoIscriviti alla nostra Newsletter.

Giovanni Zaccaria

Nato a Padova nel 1989, vivo in Dolomiti e passo più tempo possibile con il sole ed il vento in faccia, tra le montagne di casa e viaggiando in giro per il mondo. Dopo l'infanzia tra i pali e le gare sulle piste da sci, ho scoperto lo scialpinismo e il freeride. Mi si è aperto un mondo, e presto è arrivato il momento delle scarpette da arrampicata e dei ramponi. Non ho più abbandonato la mia libertà, l'alpinismo in ogni stagione è diventata di conseguenza passione travolgente.
Nel 2014 ho conseguito la laurea magistrale in ingegneria chimica e dei materiali. Mentre studiavo tra Padova, Lisbona e Zurigo, ho realizzato che le montagne mi si addicevano più dei laboratori e le nuvole che si tingono di rosa più delle luci al neon.
Ora, anche se non ho perso la voglia di viaggiare, mi sono trasferito in Dolomiti ed esercito la professione di guida alpina tutto l'anno a 360° su roccia, neve e ghiaccio. Sono inoltre Tecnico del Soccorso Alpino per la stazione della Val Pettorina ed ho conseguito il brevetto Aineva 2A.
Mi piace fondermi con la natura, bivaccare su una cengia a metà parete, osservare un cervo che corre in un bosco innevato, sciogliere neve fuori dalla tenda in mezzo al ghiacciaio o scaldarmi al fuoco sotto una stellata che solo il deserto sa regalare. L'alpinismo è una perfetta scusa per viaggiare dentro me stesso e verso i miei limiti, esplorare luoghi lontani ed incontrare l'altro.

Mi piace far provare le stesse emozioni alle persone che mi scelgono come guida, mentre gli insegno a muoversi in sicurezza nell'ambiente montano.
Scrittore autodidatta, pubblico contenuti sul mondo della montagna per la rivista online Planetmountain.com e da giugno 2018 curo la stesura di articoli ed interviste inerenti al mondo alpinismo per l'azienda di calzature SCARPA.
Cresciuto negli Scout e capo a mia volta per diversi anni, sono convinto dell'essenziale ruolo educativo della montagna e della natura nella crescita dei ragazzi, oltre che come terapia per lo stress della frenetica società moderna.

Highlights
  • Dolomiti Invernali

    Civetta – W Mexico Cabrones (prima invernale, salita finalista premio stile alpino 2021)
    Civetta – Zuita Patavina (nuova via M8/AI6/A2, 650mt. salita finalista premio stile alpino 2021) https://www.xmountain.it/zuita-patavina.html
    Val Pramper – Fantastico Piacere (nuova via M8/WI5+ 280mt)
    Cimon di Palantina – Piatto d'argento (nuova via M4/AI4+, 400mt)
    Torre Innerkofler – Caddymania (nuova via M6/AI5 200mt)
    Campanile S. Marco – Per Aspera ad Astra (nuova via M5 550mt)
    Mur de Pisciadù – Hruschka (prima ripetizione versione invernale)
    Crozzon di Brenta – Lisa dagli occhi blu (in giornata)
    Cimon della Pala  – Via degli Allievi (con cliente)
    Antelao – Canale Oppel (prima discesa con gli sci con tre doppie)
    Civetta – Cima dei Toni (prima discesa con gli sci)
    Civetta e Pelmo (concatenamento in giornata con gli sci, solitaria)
    Mulaz – Canalone Ovest (discesa con gli sci)
    Civetta, Pelmo, Antelao, Tofana di Rozes (concatenamento con gli sci e a piedi in 56 ore, 9000D+, 85km)

  • Dolomiti roccia

    Ripetizioni di centinaia di vie classiche e moderne tra cui:
    Marmolada – Tempi Moderni (con cliente), Via attraverso il Pesce (fino in cengia), Specchio di Sara, Viva Gorbi, Vinatzer-Messner, Don Quixote (con cliente)
    Civetta – W Mexico Cabrones (VIII- onsight), Tuyaux de Poêle (7a onsight), Carlesso-Menti (VIII- onsight), Chimera Verticale, via del Sogno, Via dei Polacchi, Philipp-Flamm, Aste, Solleder, Bellenzier
    Mesules – Alfa e Omega (XI- onsight)
    Dolomiti di Brenta – concatenamento in 18 ore: Crozzon di Brenta (via delle guide), Brenta Alta (Detassis), Campanil Basso (Fehrmann)
    Tofana – Compagni di Merende (7b onsight), Ey de Net, Paolo VI, Costantini-Apollonio, Goodbye 1999
    Lastoni di Formin – Zoe (7b onsight)
    Bosconero – KCF, Dorotei Masucci, Strobel, Navasa, via degli Scoiattoli
    Tre Cime – Hasse-Brandler, Cassin, Comici, Spigolo Giallo (3 volte con cliente), concatenamento 3 cime in due giorni con cliente
    Agner - Spigolo Nord
    San Lucano - Diedro Casarotto, Flora, via del piano inclinato 
    Sass Maor - Scalet-Biasin
    Torre Trieste - Carlesso, Cassin, Tissi
    Torre Venezia – Da Pozzo-Pancera (invernale), Rondò Veneziano
    Cima Scotoni - Skotonata galattica, Ivano Dibona, Lacedelli, Fachiri
    Cime d'Auta - Spirit, Ronchi
    Mulaz – Gigi la Trottola (apertura primi tiri via nuova)
    Gran Sasso: Nemesi, Baphomet, Maddecheaò, Ura Mawashi

  • Alpi

    Monte Bianco – Integrale di Peuterey, Pilone Centrale, Brenva, Integrale di Tricot, cresta dell'Innominata, normale italiana (con partenza da Padova in bicicletta)
    Cervino – parete N
    Tacul – Supercouloir (onsight), Gervasutti (in giornata)
    Grand Capucin  – Bonatti, via degli Svizzeri
    Tour Ronde – parete N (discesa con gli sci)
    Col du Diable – Couloir Macho (discesa con gli sci)
    Nadelhorn – parete N (discesa con gli sci)
    Traversata 13 cime (invernale)
    Val di Mello – Lavorare con lentezza, Piedi di Piombo, Polimagò, Luna Nascente, Oceano Irrazionale, Kundalini, Cochise

  • Internazionale

    2012 – Lofoten (Norvegia) https://www.planetmountain.com/it/notizie/arrampicata/solo-noi-e-il-vento-avventure-verticali-oltre-il-circolo-polare-artico.html
    2014 – Verdon (Francia)
    2016 – Patagonia: Frey, Piedra Parada, Cerro Colorado, El Chalten (Supercanaleta al Fitz Roy, Poincenot, Guillaumet) https://www.scarpa.net/post/alpinismo-vagabondo-patagonia-giovanni-zaccaria-alice-lazzaro.html
    2017 – Picos de Europa, Mallos de Riglos, Ordesa, Montserrat (Spagna)
    2018 – Taghia (Marocco) http://blog.climbingtechnology.com/2018/12/giovanni-zaccaria-marocco-larrampicata-taghia-15573.html
    2019 – Georgia ski trip (Mt. Kazbek 5054mt)
    2019 – USA: Yosemite (El Capitan (Nose e Salathé), Half Dome, Mt. Watkins), Zion NP (Moonlight Buttress), Moab
    2019 – Nepal: Inku e Hongu Valley (nuova via su cima di 6113mt, nuova cascata di ghiaccio a 5000mt)
    2020 – Patagonia: Cerro Piergiorgio "Scrumble de Manzana" (nuova via), Aguja Saint Exupery (Chiaro di Luna), Mermoz (Vol de Nuit), Guillaumet (Amy in solitaria) https://www.xmountain.it/bau-zaccaria-patagonia-scrumble-de-manzana.html
    2021 – Giordania Wadi Rum: Settebello (via nuova al pilastro NE del Nassrani 6a+, 200mt), Guerre Sante, 55 steps to hell, Corner line, Jollyjoker, Raid mit the Camel, Lionhearth, Barrah Tribute, Star of Abu Judaidah, Merlin Wand, Flight of Fancy, Pillar of Wisdom, Black magic, Beauty, Orange Sunshine, Ali route

  • Concorsi Fotografici

    Arco Rock Star 2017: Winner per la categoria PRO
    King of Dolomites 2018: Winner categoria OPEN
    Arco Rock Star 2018: 2nd place categoria PRO
    King of Dolomites 2019: Winner categoria PRO - Landscape

  • Montagna terapia

    Equilibero: https://www.equilibero.org/chi-siamo/ 
    Dolomiti Open: https://www.dolomiti-open.org/ 
    Sportfund Onlus: http://www.sportfund.it/home/